Cos'è la borsa di Praga?

La borsa di Praga (PSE) è uno dei maggiori centri di compensazione per i titoli finanziari nell'Europa centrale e orientale (CEE). Situato a Praga, la capitale della Repubblica Ceca, il PSE funge da principale scambio finanziario per quel paese, che fino al 1 ° gennaio 1993 faceva parte della Cecoslovacchia. La moderna Borsa di Praga - c'era uno scambio con lo stesso nome dal 1871-1938 - fu incorporata il 24 novembre 1992 per rispondere alla necessità di attirare capitali, compresa la cosiddetta moneta forte, nella nascente economia di mercato del nuovo paese. La borsa è stata aperta al mercato il 6 aprile 1993. Fondata da un consorzio di 12 istituti finanziari e cinque società di intermediazione, la PSE è una società per azioni e solo i commercianti autorizzati che sono membri sono autorizzati a negoziare.

La Repubblica Ceca ha aderito all'Unione europea nel 2004, un anno all'insegna della borsa anche a Praga. In quell'anno, lo scambio divenne un membro della Federazione delle Borse valori europee. Inoltre, la Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti ha concesso alla Borsa di Praga lo status di "mercato dei titoli offshore designato", un'indicazione per gli investitori statunitensi che il PSE potrebbe essere considerato una sede affidabile per la negoziazione.

Nella primavera del 2006, la Borsa di Praga ha ampliato le sue attività includendo certificati di investimento e futures. Con una mossa ispirata agli scambi di energia in altre parti d'Europa, nel 2007 la borsa ha sviluppato la borsa dell'energia di Praga (PXE), da quando è stata ribattezzata Power Central Central Europe, che consente di scambiare elettricità come merce tra Repubblica Ceca, Slovacchia e Ungheria. Si sperava che lo scambio, con scambi trasparenti e basati sulla domanda e sull'offerta, stabilizzasse il mercato ed eliminasse gli shock dei prezzi per i consumatori.

Il 7 novembre 2008, la Borsa di Vienna, di proprietà di Wiener Börse AG, ha acquisito una quota del 92,7% nella Borsa di Praga per un prezzo stimato di oltre $ 300 milioni di dollari USA (USD). Tra i principali concorrenti internazionali che hanno fatto offerte contro Vienna c'erano la Borsa di New York, la Borsa di Londra e la tedesca Deutsche Börse. L'acquisto faceva parte dell'espansione di Wiener Börse nell'Europa centrale e orientale, che includeva già una partecipazione di maggioranza nelle borse di Budapest, Ungheria; e Lubiana, in Slovenia.

Il 14 gennaio 2010, Wiener Bőrse ha costituito il CEE Stock Exchange Group (CEESEG) come holding per le borse di Vienna, Budapest, Praga e Lubiana. Le quattro borse sono pari filiali nella capogruppo, che svolge funzioni strategiche, di gestione finanziaria e amministrative. I singoli scambi continuano a condurre le rispettive operazioni commerciali.

A differenza di molte delle borse più grandi del mondo, e senza la necessità di un piano di negoziazione, la Borsa di Praga non vanta un edificio tradizionale e monumentale. Il PSE invece occupa uffici in un edificio di vetro postmoderno nell'area della Città Vecchia. Sebbene lo scambio non sia l'unico inquilino, l'edificio è comunque noto come Burzovni Palác, che significa "Palazzo della Borsa".

ALTRE LINGUE

Questo articolo ti è stato di aiuto? Grazie per il feedback Grazie per il feedback

Come possiamo aiutare? Come possiamo aiutare?