Come evitare l'esposizione all'epatite C?

Il virus dell'epatite C (HCV) si diffonde principalmente attraverso il contatto con il sangue, il che significa che l'esposizione all'epatite C può far parte di qualsiasi attività o interazione in cui esiste il rischio di entrare in contatto con il sangue di un'altra persona. L'astensione dall'iniezione di droga è un metodo comune per evitare l'esposizione all'epatite C, poiché gli aghi o le siringhe infetti usati da coloro che stanno iniettando farmaci tendono ad essere i più grandi modi di trasmissione. Anche ottenere cure mediche, tatuaggi o piercing in strutture legittime e affidabili riduce il rischio di esposizione. Si raccomanda inoltre un comportamento responsabile riguardo a oggetti personali e alcune pratiche sessuali. Coloro che comportano un rischio professionale più elevato di esposizione all'epatite C dovrebbero adottare le tecniche precauzionali appropriate per la loro linea di lavoro.

Il comportamento coscienzioso in relazione all'uso di droghe è un elemento chiave per evitare l'esposizione all'epatite C. Coloro che usano o hanno usato iniezioni di farmaci tendono ad essere maggiormente a rischio di infezione a causa della loro maggiore esposizione ad aghi potenzialmente sporchi o altre apparecchiature correlate ai farmaci. Siringhe pulite e tecniche di iniezione sicure possono aiutare a ridurre la probabilità di danni, sebbene l'educazione e l'astinenza siano generalmente i metodi più sicuri per evitare l'esposizione.

L'uso di legittime strutture mediche, dentistiche, per tatuaggi e per piercing è normalmente sufficiente per evitare con successo l'esposizione all'epatite C. Mentre esiste un grande rischio di infezione associato ad aghi, siringhe o altri strumenti medici puliti in modo improprio, lo smaltimento corretto e la sterilizzazione accurata e meticolosa di tutte le apparecchiature mediche sono normalmente sufficienti per ridurre il rischio a zero. Frequentare strutture credibili che aderiscono correttamente alle precauzioni mediche standard è essenziale per evitare qualsiasi rischio di infezione.

Condividi con cautela oggetti personali come spazzolini da denti, rasoi e altre attrezzature per l'igiene, poiché ciò può facilmente portare all'esposizione all'epatite C. Questi articoli possono rapidamente contaminarsi con il sangue e potrebbero non essere sempre adeguatamente sterilizzati o eliminati. Il rischio aumenta durante le circostanze in cui una persona ha ferite aperte o piaghe che possono entrare in contatto diretto con i suoi articoli per la cura personale, in particolare il sanguinamento durante la spazzolatura, il filo interdentale o la rasatura. Mentre l'epatite C non viene generalmente trasmessa attraverso il normale contatto occasionale, come abbracciare, baciare o condividere il cibo, prendere le dovute precauzioni durante qualsiasi situazione che richieda di vivere a stretto contatto con qualcuno che potrebbe avere il virus.

Le abitudini mature riguardanti il ​​comportamento sessuale e l'evitamento di determinate attività sessuali saranno di solito sufficienti per evitare l'epatite C. La trasmissione sessuale del virus in generale tende ad essere rara perché la trasmissione avviene principalmente attraverso il sangue e non semplicemente con qualsiasi fluido corporeo. Mentre il rischio di contrarre la malattia attraverso un rapporto vaginale eterosessuale è basso, altre situazioni sessuali comportano maggiori possibilità di esposizione. Questi includono situazioni che includono livelli più elevati di impatto o penetrazione oltre a comportamenti in cui una delle persone coinvolte ha già ferite o verruche a causa di una malattia precedente. In questi casi sono quasi sempre necessarie decisioni responsabili, ma astenersi da tali attività è l'unico modo sicuro per evitare qualsiasi rischio di esposizione.

Coloro che hanno un rischio professionale di esposizione all'epatite C dovranno spesso prestare maggiore attenzione alla protezione di se stessi e alla corretta sterilizzazione del proprio ambiente durante il lavoro. Il personale medico o militare, coloro che praticano sport di contatto e i primi soccorritori come i paramedici possono essere a maggior rischio a causa della loro maggiore esposizione a ferite aperte e stretto contatto con gli altri. Strategie precauzionali e scrupolosa attenzione ai servizi igienico-sanitari sono spesso sufficienti per ridurre significativamente le possibilità di infezione.

ALTRE LINGUE

Questo articolo ti è stato di aiuto? Grazie per il feedback Grazie per il feedback

Come possiamo aiutare? Come possiamo aiutare?