Che cos'è il disturbo dell'elaborazione uditiva?

Il disturbo dell'elaborazione uditiva (APD) è una condizione caratterizzata dall'udito normale, ma dall'incapacità di elaborare i suoni. In un paziente con disturbo dell'elaborazione uditiva, non ci sono anomalie funzionali che causano danni all'udito, ma il cervello ha difficoltà a percepire i suoni e interpretarli in modo significativo. Questa condizione è difficile da diagnosticare e talvolta viene scambiata per una disabilità dell'apprendimento o per un altro tipo di disturbo dello sviluppo del cervello, che può ostacolare il trattamento.

I bambini con disturbo dell'elaborazione uditiva hanno difficoltà a distinguere i suoni, anche quando le differenze sono molto chiare. Questo può portare a problemi con lo sviluppo del linguaggio e può anche causare problemi come un breve periodo di attenzione, scarsa capacità di seguire le indicazioni, problemi comportamentali, scarse prestazioni accademiche e un alto livello di distraibilità. I bambini con APD hanno spesso problemi a lavorare in ambienti rumorosi e hanno difficoltà a comprendere input uditivi complessi, come indicazioni multi-passo che vengono erogate per via orale.

I primi segni del disturbo dell'elaborazione uditiva possono essere identificati da un genitore, da un caregiver o da un insegnante. Poiché sono comunemente scambiati per segni di una disabilità dell'apprendimento, il bambino può essere indirizzato a uno specialista in difficoltà di apprendimento o a un patologo del linguaggio, che può determinare che si sta verificando un problema di elaborazione uditiva e riferire il paziente a un audiologo . Gli audiologi sono i più qualificati per diagnosticare e trattare questa condizione e possono lavorare come parte di un team di operatori sanitari riuniti per determinare perché un bambino ha difficoltà.

La diagnosi di un disturbo dell'elaborazione uditiva di solito comporta test estesi dell'udito per confermare che l'udito è normale e test specifici per i segni distintivi del disturbo dell'elaborazione uditiva. Una volta diagnosticato, il paziente può ricevere un trattamento che può variare dal supporto educativo all'uso dei dispositivi per aiutare il paziente a sentire e comprendere le comunicazioni vocali. Il trattamento non è uguale per tutti e richiede pazienza da parte di genitori e insegnanti per sostenere il bambino mentre impara a far fronte alla condizione.

A volte, un disturbo dell'elaborazione uditiva è associato ad altre condizioni e, in altri casi, può verificarsi da solo. Poiché la diagnosi dei problemi di sviluppo è molto complessa e molto variabile, può essere utile consultare diversi specialisti per esplorare la diagnosi per intero e ottenere una seconda opinione per conferma. La mancata diagnosi corretta dei disturbi dello sviluppo del cervello può comportare gravi problemi per un paziente in quanto potrebbe non ricevere il trattamento più appropriato.

ALTRE LINGUE

Questo articolo ti è stato di aiuto? Grazie per il feedback Grazie per il feedback

Come possiamo aiutare? Come possiamo aiutare?