Che cos'è l'ernia del disco toracico?

La sezione toracica della colonna vertebrale è la parte centrale della vertebra, che corre lungo la metà della schiena tra il collo (colonna cervicale) e la parte bassa della schiena (colonna lombare). Un ernia del disco può provocare qualsiasi parte della colonna vertebrale ed è il risultato della rottura di uno dei dischi di ammortizzazione tra due vertebre. Ciò provoca l'estrusione di parte dell'interno del disco, chiamato nucleo polposo. Quando questo disco si trova nella colonna vertebrale toracica, può essere chiamato ernia del disco toracico.

Non è così comune che si verifichi un'ernia del disco toracico perché la colonna vertebrale toracica è molto più stabile delle regioni cervicali e lombari. La gabbia toracica fornisce ulteriore stabilità a quest'area e l'area spinale non si muove molto. Questo non significa che le persone non possano ottenere un'ernia del disco qui; significa semplicemente che non è così probabile. Le cause più comuni di ernia del disco in quest'area sono la degenerazione della colonna vertebrale, di solito con l'invecchiamento o qualche forma di trauma. Il trauma potrebbe essere un infortunio causato da una caduta, la partecipazione a sport o un'attività che muove la schiena in modo insolito.

I sintomi più prevedibili dell'ernia del disco toracico sono il dolore, ma alcune persone possono avere casi così lievi, non sono consapevoli di avere un infortunio. Il dolore avvertito può differire tra gli individui e in base al disco interessato. Il dolore è di solito nella parte superiore della schiena, ma anche il torace e l'addome potrebbero essere colpiti. I nervi in ​​questa zona del midollo spinale sono facilmente compressi, il che può portare a dolore in altre parti del corpo o persino alla paralisi in alcuni casi.

Al fine di diagnosticare questa condizione, i medici possono ordinare radiografie o risonanza magnetica (MRI). Potrebbero anche ordinare scansioni tomografiche computerizzate, se necessario. In caso di ernia del disco toracico, i medici determineranno il grado e formuleranno raccomandazioni su come trattare il problema.

Se la condizione è da lieve a moderata, la prima raccomandazione potrebbe essere quella di far riposare i pazienti per alcuni giorni per vedere se il dolore migliora. I medici potrebbero suggerire l'uso di farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) come l'ibuprofene per aiutare a ridurre il gonfiore e affrontare il disagio. Possono prescrivere farmaci come l'idrocodone o anche la codeina, se i FANS da soli non funzionano. Oltre al riposo, la formazione di ghiaccio sulla zona interessata può ridurre il gonfiore e ridurre il dolore. Alcune persone si rivolgono alla cura chiropratica per questa condizione e anche la delicata manipolazione spinale può essere di aiuto.

Dopo i primi giorni di infortunio, le persone sono generalmente guidate verso il riavvio graduale dell'attività. A condizione che l'attività sia tollerata a un livello sempre più funzionale, potrebbe non essere necessario un intervento chirurgico per l'ernia del disco toracico. D'altra parte, se anche la minima attività peggiora le cose, i medici possono raccomandare un intervento chirurgico. Va notato che un certo numero di persone non richiede un intervento chirurgico.

La chirurgia per l'ernia del disco toracico può essere complessa perché viene eseguita sulla colonna vertebrale, che contiene così tanti nervi che controllano il resto del corpo. Tuttavia, questi interventi chirurgici vengono eseguiti abbastanza spesso. L'obiettivo principale nel trattamento di questa lesione è quello di sbarazzarsi del materiale estruso in modo che il disco smetta di esercitare pressione sulla colonna vertebrale e sui nervi. Dopo l'intervento chirurgico, molti effettuano un completo recupero, sebbene possano essere leggermente più a rischio di un'altra rottura del disco nella stessa area.

ALTRE LINGUE

Questo articolo ti è stato di aiuto? Grazie per il feedback Grazie per il feedback

Come possiamo aiutare? Come possiamo aiutare?