Quali sono i diversi tipi di trattamento dell'anemia falciforme?

Il trattamento dell'anemia falciforme in genere consiste in una combinazione di diversi possibili approcci, tra cui farmaci, trapianti di midollo osseo, trasfusioni di sangue e somministrazione di ossigeno. Gli obiettivi primari del trattamento sono la gestione del dolore e del disagio, evitare l'infezione e aumentare il livello dei globuli rossi nel flusso sanguigno. Il tipo e l'intensità del trattamento dell'anemia falciforme varia in base alla progressione e alla gravità della malattia. La maggior parte dei trattamenti è in grado di trattare solo i sintomi, piuttosto che fornire una cura completa.

Esistono diversi tipi di farmaci che possono essere utilizzati per il trattamento dell'anemia falciforme, a seconda dell'età e delle condizioni del paziente. La somministrazione regolare di antibiotici è comune tra i bambini piccoli che hanno la malattia, in quanto aiuta a scongiurare infezioni gravi. Sia i farmaci da prescrizione che quelli da banco possono essere prescritti a pazienti di qualsiasi età che soffrono di dolore a causa delle loro condizioni. I pazienti con una forma grave e più avanzata di anemia falciforme possono assumere idrossiurea, sia per ridurre la necessità di trasfusioni di sangue sia per gestire il dolore. Un grave effetto collaterale dell'idrossiurea, tuttavia, è che riduce anche il numero di globuli bianchi che combattono le infezioni nel flusso sanguigno.

Un altro trattamento comune per l'anemia falciforme è la trasfusione di sangue. Questo può aiutare ad aumentare i livelli anormalmente bassi di globuli rossi nel corpo. Il paziente riceverà cellule che sono state estratte dal sangue del donatore dello stesso o di un tipo compatibile. Coloro che ricevono trasfusioni regolari di solito assumono anche farmaci per ridurre la quantità in eccesso di ferro che le trasfusioni introducono nel corpo.

L'anemia può lasciare senza fiato molti pazienti. Ad alcuni pazienti verrà somministrata regolarmente ossigeno supplementare per gestire le difficoltà respiratorie che si presentano a causa della condizione. Questo metodo è di solito riservato agli individui in uno stadio più grave o avanzato della malattia.

Uno dei trattamenti più aggressivi per l'anemia falciforme è un trapianto di midollo osseo e di cellule staminali. La procedura richiede lunghi tempi di recupero e un ampio follow-up medico. Sebbene sia il trattamento più probabile per fornire una cura completa, è in genere riservato ai pazienti che sono maggiormente colpiti dalla condizione. Ciò è dovuto ai rischi associati a un trapianto, come la possibilità che il corpo respinga violentemente il midollo straniero.

ALTRE LINGUE

Questo articolo ti è stato di aiuto? Grazie per il feedback Grazie per il feedback

Come possiamo aiutare? Come possiamo aiutare?