Cosa sono i cluster globulari?

Gli ammassi globulari sono gruppi densi di stelle che orbitano attorno a un nucleo galattico. Nella Via Lattea, sono stati identificati oltre 100 ammassi globulari e ad un certo punto ce ne sono stati molti altri. Queste strutture sono le strutture più antiche della galassia, con materiali che possono fornire informazioni sull'età dell'universo oltre ad aggiungere comprensione alla conoscenza umana della Via Lattea. Alcune immagini molto belle di cluster globulari scattate con telescopi avanzati possono essere trovate sui siti web di astronomia.

La composizione di un ammasso globulare può comprendere fino a un milione di stelle e la struttura può allungare di 200 anni luce di diametro. Le stelle nel grappolo tendono ad essere più densamente concentrate nel mezzo. Nel tempo, i cluster globulari si rompono perché incontrano il nucleo galattico. Gli studi su queste strutture sembrano anche suggerire che è improbabile che supportino i sistemi planetari, perché le stelle sono abbastanza vicine da poter estrarre l'orbita dei pianeti dall'orbita.

All'interno di un ammasso globulare, c'è una minima polvere interstellare. La composizione delle stelle stesse mostra anche che sono estremamente vecchie. Le informazioni sulla composizione del cluster e sul suo contenuto possono essere ottenute con metodi di imaging, incluso l'uso di telescopi sensibili ai raggi X, agli infrarossi e ad altri tipi di radiazioni non visibili. Questi tipi di osservazioni possono fornire dati preziosi su molti altri oggetti nell'universo, oltre a generare immagini visive sbalorditive che spesso suscitano l'interesse del pubblico per la scienza, motivo per cui vengono utilizzate per strumenti promozionali in programmi che supportano la ricerca scientifica.

Il primo avvistamento registrato di un ammasso globulare avvenne verso la metà del 1600, anche se le persone impiegarono più tempo a riconoscere che questi punti di luce stretti contenevano effettivamente migliaia di stelle. Man mano che i poteri di risoluzione dei telescopi miglioravano, le persone imparavano di più sugli oggetti distanti che erano stati registrati e riconosciuti, ma non completamente compresi, dalle generazioni precedenti di astronomi. I migliori telescopi hanno anche permesso agli scienziati di identificare più strutture che erano state nascoste in precedenza.

I cluster globulari sono stati riconosciuti anche in altre galassie. I ricercatori hanno anche identificato i cluster globulari più giovani, il che consente loro di imparare di più su come si formano queste strutture e su come variano nel tempo. Tutte queste informazioni possono essere estremamente utili per le persone che stanno cercando di saperne di più sulle origini dell'universo o che sono semplicemente interessate a spiegare i fenomeni esistenti nell'universo.

ALTRE LINGUE

Questo articolo ti è stato di aiuto? Grazie per il feedback Grazie per il feedback

Come possiamo aiutare? Come possiamo aiutare?