Quali sono i diversi tipi di virus?

I virus sono piccoli frammenti di materiale genetico, avvolti in involucri proteici, in grado di dirottare il meccanismo cellulare di piante, animali e batteri per l'auto-replicazione. Sono estremamente piccoli, molto più piccoli dei batteri. Un virus tipico ha dimensioni comprese tra 10 e 300 nanometri (miliardesimi di metro), mentre i batteri tipici sono più grandi di un micrometro (milionesimo di metro).

Solo circa 30.000 tipi di virus vengono rintracciati dai virologi, sebbene ne esistano probabilmente milioni. La classificazione virale è resa difficile dalla mancanza di prove fossili - i virus si fossilizzano male - e dalle controversie sul fatto che siano o meno organismi viventi. A differenza di altri organismi, a volte emergono nuovi virus dai genomi di organismi preesistenti, rendendo difficile la creazione di alberi genealogici coerenti. Tuttavia, questo non impedisce ai virologi di provare.

Una tassonomia unificata per i virus è stata sviluppata solo nel 1966, dall'International Committee on Taxonomy of Viruses (ICTV). Questo schema di classificazione si ispira al sistema di classificazione linneo per altri organismi. Contiene cinque livelli: ordine, famiglia, sottofamiglia, genere e specie. Il riconoscimento del livello dell'ordine è estremamente recente, con solo tre ordini nominati. La maggior parte delle famiglie virali non è stata ancora inserita in alcun ordine. Attualmente, l'ICTV riconosce solo circa 1.550 specie.

Ad esempio, il virus della varicella, Varicella zoster (VZV), appartiene alla famiglia degli Herpesviridae , sottofamiglia Alphaherpesvirinae, genere Varicellovirus e manca di una classificazione basata sull'ordine.

Un secondo schema di classificazione, la classificazione di Baltimora, sviluppato e intitolato al biologo David Baltimore, vincitore del premio Nobel, viene comunemente utilizzato insieme al sistema ICTV. Il sistema di classificazione di Baltimora ha classificato i virus in base a cosa sono fatti. Ecco lo schema:

Gruppo contiene
io virus a doppio filamento di DNA
II virus a DNA a filamento singolo
III virus RNA a doppio filamento
IV (+) virus RNA a singolo filamento
V (-) virus RNA a singolo filamento
VI virus a trascrizione inversa a doppio filamento
VII virus a trascrizione inversa a doppio filamento

Usando insieme questi due sistemi di classificazione, i virologi possono effettivamente avere un'idea di cosa stiano parlando. Un altro sistema di classificazione tradizionale si basa sul tipo di organismo che infettano: esistono virus specifici delle piante, virus specifici degli animali e virus specifici dei batteri, chiamati batteriofagi. A seconda dell'host il virus si è evoluto per infettare, avrà una struttura fisica diversa.

ALTRE LINGUE

Questo articolo ti è stato di aiuto? Grazie per il feedback Grazie per il feedback

Come possiamo aiutare? Come possiamo aiutare?