Che cos'è un sismoscopio?

Un sismoscopio è un dispositivo scientifico che segnala il verificarsi di un terremoto, fornendo eventualmente anche informazioni sui tempi e le dimensioni del sisma. Non deve essere confuso con un sismometro, uno strumento di misura o il sismografo strettamente correlato, che genera una registrazione dello scuotimento. I geologi non usano ampiamente i sismoscopi, poiché la gamma di dati che possono registrare è limitata se confrontata con apparecchiature più sofisticate.

Il primo sismoscopio noto sembra risalire al 132 a.C., quando un inventore cinese ha sviluppato un dispositivo in grado di far cadere le palle per avvisare le persone del verificarsi di un terremoto. Questo dispositivo non ha fornito informazioni su quando si è verificato il terremoto, a meno che qualcuno non fosse presente quando è caduta una palla. Inoltre, non ha misurato la dimensione dell'evento sismico; una palla cadrebbe per un terremoto relativamente lieve o molto grande. I registri indicano che era in grado di misurare terremoti lontani, poiché in almeno un'occasione la gente pensava che l'indicatore fosse falso e in seguito venne a conoscenza di un terremoto in una regione vicina.

Nel tempo, la tecnologia del sismoscopio è diventata più sofisticata. Gli inventori hanno lavorato su dispositivi in ​​grado di misurare l'intensità dei terremoti in modo da poter raccogliere dati migliori e hanno anche sviluppato sismoscopi con timer per dire loro quando si sono verificati i terremoti. Lo sviluppo del sismografo e del sismometro ha fornito informazioni ancora più utili; i primi dispositivi usavano un semplice pendolo attaccato ad uno stilo per registrare un terremoto in pieno, permettendo alle persone di tracciare l'intensità del tremito e guardare il modello di movimento all'interno della crosta terrestre.

Il sismoscopio è utile principalmente come sistema di allerta per far sapere alle persone che è avvenuto un terremoto. Le più moderne attrezzature scientifiche forniscono informazioni sui dettagli e non segnalano solo di avvisare le persone del verificarsi di un terremoto. Utilizzando una rete di attrezzature per misurare l'attività sismica, i ricercatori possono individuare gli epicentri dei terremoti, tenere traccia dell'attività dei terremoti e conoscere meglio le origini dei terremoti. Questi dispositivi sono utili anche per attività come l'emissione di avvisi di tsunami.

È possibile costruire un semplice sismoscopio a casa e le indicazioni possono essere trovate nei libri di attività scientifica e online. Un problema con questo e altri dispositivi per misurare l'attività del terremoto è il grado di sensibilità. La macchina può emettere un falso allarme per un camion pesante che passa o non rilevare un terremoto molto distante perché il movimento della Terra è così sottile. I ricercatori usano strumenti come le sonde situate sotto la Terra per confermare che l'agitazione è causata da un terremoto e per raccogliere dati sulla direzionalità del movimento.

ALTRE LINGUE

Questo articolo ti è stato di aiuto? Grazie per il feedback Grazie per il feedback

Come possiamo aiutare? Come possiamo aiutare?