Cos'è un Transporter Bridge?

Un ponte trasportatore è un tipo di ponte con una piattaforma mobile sospesa su uno specchio d'acqua che trasporta persone o automobili da un lato all'altro. È progettato per consentire alle navi di passare mentre la piattaforma è fuori mano. Nonostante i suoi usi pratici, oggi ne rimangono pochi nel suo genere.

Chiamato anche ponte dei traghetti o ponte di trasferimento aereo, il ponte trasportatore utilizza una grande carreggiata mobile trainata da cavi spessi per trasferire persone e un numero limitato di veicoli. Per garantire che non si verifichino incidenti, richiede una costante attenzione umana a causa della sua interazione con le navi. I suoi tempi di funzionamento dipendono anche dalle condizioni meteorologiche e dell'acqua.

Un ponte trasportatore è un tipo di ponte mobile. Le sue origini risalgono ai ponti levatoi dell'Europa medievale, dove servivano da meccanismo di difesa per città e castelli. Un contrappeso e un argano sono stati usati per sollevare e abbassare la piattaforma di legno, permettendo agli alleati di entrare e tenere fuori i nemici.

Il ponte dei traghetti è entrato in uso per la prima volta alla fine del XIX secolo. Durante la seconda guerra mondiale, il primo ponte di traghetto francese sul fiume Senna fu distrutto per fermare l'avanzata dei soldati tedeschi. Solo due di questi furono costruiti negli Stati Uniti, uno nel Minnesota e uno a Chicago. Il ponte di Vizcaya in Spagna, che è stato il primo ponte di trasporto in assoluto, è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'educazione, la scienza e la cultura (UNESCO) nel 2006.

Il ponte Runcorn-Widnes, uno dei primi ponti mobili in Inghilterra, poteva attraversare il fiume Mersey in due minuti e mezzo. All'epoca era una grande innovazione e nel corso dei secoli ha richiesto numerosi miglioramenti per mantenerla operativa. Trasportava oltre due milioni di passeggeri e un quarto di milione di veicoli all'anno nel 1958. Il maltempo causò molte chiusure, perché l'auto portatile non aveva la capacità di attraccare. Sopravvisse fino al 1961, quando fu demolito - per una somma maggiore di quella che costò per costruirlo - per far posto a un nuovo ponte stradale.

Con la rapida ascesa delle automobili nel 20 ° secolo, i ponti dei trasportatori erano in gran parte considerati obsoleti. La maggior parte non è in grado di gestire il volume del traffico e la loro elevata manutenzione li rende poco pratici per la maggior parte delle città. Questi ponti furono sostituiti da altri più convenienti e messi fuori produzione. Il Regno Unito ha oggi gli esemplari più sopravvissuti con quattro, sebbene solo tre siano ancora in uso.

ALTRE LINGUE

Questo articolo ti è stato di aiuto? Grazie per il feedback Grazie per il feedback

Come possiamo aiutare? Come possiamo aiutare?