Cos'è Europa?

Europa è una delle lune Galilee di Giove, scoperta da Galileo Galilei usando un telescopio primitivo nel 1610. Queste quattro lune, Io, Europa, Ganimede e Callisto, sono di gran lunga i più grandi satelliti naturali di Giove. Europa è la più piccola delle lune della Galilea. A 3000 km di diametro, è un po 'più piccolo della Luna della Terra. Europa prende il nome da un'amante del dio Zeus nella mitologia greca. Giove, il pianeta Europa orbita, prende il nome dal nome romano di Zeus.

Quando fu scoperta Europa, aiutò a verificare che i corpi planetari oltre al Sole esercitassero la propria gravità. Ciò ha contribuito a sostituire la visione geocentrica della cosmologia con la versione eliocentrica copernicana. Europa orbita attorno a Giove ogni tre giorni circa e orbita a distanza da Giove un po 'meno del doppio della distanza dalla Terra alla Luna. Come gli altri satelliti della Galilea e la nostra Luna, Europa è ordinatamente bloccata su Giove, il che significa che lo stesso lato lo affronta sempre mentre l'altro lato è rivolto verso l'esterno.

L'aspetto di Europa è quello di una sfera bianca con crepe marroni e chiazze su di essa. Composta principalmente da roccia silicea, Europa ha un sottile strato di ghiaccio, che alcuni scienziati planetari credono potrebbe nascondere un oceano di acqua liquida. Europa ha una delle superfici più lisce del sistema solare. A causa della possibilità di oceani acquatici, Europa è stata proposta come obiettivo di una sonda per lander per diversi decenni, ma i fondi non si sono ancora materializzati per una missione. Altre lune che possono avere oceani sotterranei includono Ganimede e Callisto.

Il progetto JIMO di Jupiter Icy Moons Orbiter (JIMO), che avrebbe utilizzato un radar penetrante nel ghiaccio per cercare tali oceani, è stato annullato nel 2005 a causa di un cambio di priorità alla NASA a favore di missioni con equipaggio. Il veicolo spaziale doveva presentare caratteristiche innovative come un motore a fissione nucleare e una fonte di energia, che gli avrebbe dato mille volte la potenza elettrica delle sonde spaziali convenzionali alimentate da pannelli solari e generatori termici radioelettrici.

ALTRE LINGUE

Questo articolo ti è stato di aiuto? Grazie per il feedback Grazie per il feedback

Come possiamo aiutare? Come possiamo aiutare?