Qual è il rischio di impatto con asteroidi?

Gli impatti di asteroidi più piccoli si verificano circa due volte l'anno. Con un diametro di circa 3 m (10 piedi), queste rocce, che si muovono a una media di 17 km / sec, hanno energia sufficiente per provocare un'esplosione del doppio della bomba di Hiroshima a un'altitudine di 43 km. Inizialmente, si temeva che gli impatti degli asteroidi atmosferici sarebbero stati scambiati come esplosioni nucleari da parte di satelliti del cielo e avviò una guerra nucleare, ma i satelliti moderni sono in grado di distinguere il doppio lampo caratteristico delle bombe nucleari. La Royal Astronomical Society considera qualsiasi cosa più piccola di 50 metri di larghezza come una "meteoroide". I meteoridi sono quelli che sono comunemente noti come "stelle cadenti".

Gli impatti di asteroidi più grandi, di diametro superiore a 50 m (164 piedi), si verificano ogni 500 anni circa. Simile agli asteroidi più piccoli, gli asteroidi di queste dimensioni di solito mancano dell'energia cinetica per raggiungerla in superficie ed esplodono in un'esplosione aerea a un'altitudine di circa 7 km. L'energia dell'esplosione è di circa 6 megatoni di TNT, equivalente a una piccola bomba all'idrogeno. Si ritiene che un asteroide di queste dimensioni sia esploso sopra un'area vicino al fiume Tunguska nel 1908, creando una cerchia di alberi bruciati con un diametro di 50 chilometri (30 miglia). Questo si chiama evento Tunguska e ha contribuito a incoraggiare i governi di tutto il mondo a prendere più seriamente il rischio di impatto con asteroidi.

Gli impatti di asteroidi da parte di bolidi di circa 250 m (820 piedi) di diametro si verificano solo una volta ogni 2000 anni circa. Questi asteroidi in realtà tendono a colpire la superficie, anche se possono rompersi leggermente prima di farlo. L'energia risultante è intorno a un gigaton, circa 20 volte maggiore della più potente arma nucleare mai testata, lo zar Bomba. Si ritiene che un tale asteroide si sia verificato sulla Luna nell'anno 1178, dove è stato registrato da un monaco a Canterbury, in Inghilterra. Questa classe di impatto lascia un cratere a miglia di distanza.

Gli asteroidi di diametro superiore a 1 km (0,62 mi) sono piuttosto rari e si verificano meno di una volta ogni 50.000 anni. Tuttavia, sono i più distruttivi e i più propensi a minacciare la razza umana, nonostante la loro rarità. Un tale impatto con un asteroide scatena alla sua fonte 50 gigatoni di energia TNT, innescando tutto per più di duecento miglia in ogni direzione. Se un tale asteroide colpisse un'area popolata, potrebbe uccidere milioni di persone. Tuttavia, la probabilità di un colpo nei prossimi 100 anni è inferiore a 1/500 e la probabilità di colpire un'area popolata in modo casuale è inferiore a 1 / 1.000.

ALTRE LINGUE

Questo articolo ti è stato di aiuto? Grazie per il feedback Grazie per il feedback

Come possiamo aiutare? Come possiamo aiutare?